MANUTENZIONE

/MANUTENZIONE
MANUTENZIONE2019-05-17T12:23:22+00:00

Per la pulizia dei mobili si consiglia l’utilizzo di un panno morbido oppure un panno in microfibra per evitare l’uso di detersivi.

Evitare pulizie con vapore a 100° C.

Accostamenti: l’accostamento di mobili a composizioni già presenti da tempo potrebbe risultare difficoltoso in quanto seppur dello stesso colore, le tonalità potrebbero risultare differenti a causa dell’invecchiamento causato dalla luce. Nella fattispecie il mobile già installato col tempo tenderà a schiarirsi leggermente.

Acqua e vapore: col passar del tempo possono danneggiare i componenti del mobile. Pur utilizzando materiali idrofughi (vedere scheda prodotto) si consiglia di eliminare tracce di acqua dai piani e dai mobili in quanto, eventuali infiltrazioni d’acqua in corrispondenza di fori (ad esempio del lavello), possono causare danni ai mobili.

Calore: per non rovinare i piani si consiglia di non appoggiare a contatto diretto oggetti caldi.

Prodotti e vapori corrosivi: si consiglia di tenere ben chiusi i contenitori delle sostanze corrosive utilizzate per la pulizia della cucina ed in particolare di riporli in luoghi fuori dalla portata dei bambini. Molte delle componenti della cucina possono essere aggredite da tali sostanze corrosive; gli stessi vapori di queste sostanze possono essere corrosivi e quindi potenzialmente dannosi per le componenti della cucina.

Fissaggio: si ricorda di non salire né sedersi sopra le basi ed in particolare su quelle sospese.

É di fondamentale importanza accertarsi che il gancio ed i reggimensola ancorati al muro siano fissati bene e che il muro su cui viene ancorato il mobile sia di buona fattura.

Per preservare la stabilità di ante e cassetti evitare di appoggiarsi su di essi.

Pulizia.

Pulire le strutture e i ripiani interni con un panno morbido; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo.

Avvertenze.

Non lasciare residui d’acqua sulle superfici.

2.1 Anta Piena

Anta liscia laccata lucida o opaca
Pulizia.
Per i prodotti laccati usare un panno morbido inumidito con acqua; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo.
Per le macchie più ostinate si consigli l’uso di un panno morbido con un prodotto specifico per la pulizia dei vetri o un semplice sapone neutro.
Si consiglia di eliminare rapidamente acqua e liquidi che entrano a contatto con le ante così da evitare macchie o aloni.
Avvertenze.
Evitare l’uso di creme abrasive o pagliette in acciaio, onde evitare graffi e abrasioni della superficie.
Altri prodotti da non utilizzare sono: acetone, ammoniaca, diluente, trielina e alcool etilico (quest’ultimo solo per le ante lucide e se diluito).

Anta in laminato bassa pressione
Pulizia.
Per i prodotti in laminato usare un panno morbido inumidito con acqua e detersivi non abrasivi; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo.
Per le macchie più ostinate può essere utilizzata una spugna con un detersivo specifico per i laminati e asciugare poi con un panno così da evitare opacizzazioni e striature.
Per evitare la formazione di macchie persistenti si consiglia di pulire immediatamente i liquidi che vengono a contatto con l’anta.
Avvertenze.
Evitare l’uso di creme abrasive o pagliette in acciaio, onde evitare graffi e abrasioni della superficie.
Non utilizzare i seguenti prodotti: ammoniaca, candeggina, decalcificanti, diluente, smacchiatori o trielina.

Anta Impiallacciata (impiallacciato vegetale Ligna 4.0 e legno impiallacciato)
Pulizia.
Per i prodotti impiallacciati usare un panno morbido inumidito con acqua; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo.
Per le macchie più ostinate aggiungere al panno del detersivo non abrasivo specifico per il legno e strofinare facendo attenzione a seguire la direzione delle venature in modo tale da pulire bene anche i pori più piccoli. Risciacquare e asciugare con un panno morbido così da evitare opacizzazioni e striature.
Per evitare la formazione di macchie persistenti si consiglia di pulire immediatamente i liquidi che vengono a contatto con l’anta.
Avvertenze.
Evitare l’uso di prodotti abrasivi o pagliette in acciaio, onde evitare graffi e abrasioni della superficie.
Altri prodotti da non utilizzare sono: acetone, alcool, ammoniaca, candeggina, diluente, smacchiatori o trielina.

Anta monolaccato Lucido/Opaco
Pulizia.
Per i prodotti monolaccati usare un panno morbido inumidito con acqua; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo.
Per le macchie più ostinate si consigli l’uso di un panno morbido con un prodotto specifico per la pulizia dei vetri o un semplice sapone neutro.
Si consiglia di eliminare rapidamente acqua e liquidi che entrano a contatto con le ante così da evitare macchie o aloni.
Avvertenze.
Evitare l’uso di creme abrasive o pagliette in acciaio, onde evitare graffi e abrasioni della superficie.
Altri prodotti da non utilizzare sono: aceto, acetone, ammoniaca, diluente, trielina e alcool etilico (quest’ultimo solo per le ante monolaccate lucide e se diluito).

Anta resina
Pulizia.
Per i prodotti in resina è indicato l’uso di detergenti neutri diluiti in acqua tiepida (proporzione 1:10) e di un panno morbido e di un panno in microfibra.
È consigliato risciacquare i detergenti usati, in quanto si riduce notevolmente il rischio di usura dello strato di rivestimento a protezione della superficie.
Sono altamente sconsigliati i prodotti concentrati così come i sistemi di pulizia a vapore.
Avvertenze.
È consigliata una certa attenzione per spigoli e bordi soprattutto per le tinte più scure in quanto eventuali graffi o usure si notano maggiormente.

Anta Laminam
Pulizia.
Per i prodotti in Laminam è sufficiente pulire con un panno morbido inumidito e/o spugne non abrasive con acqua calda ed eventualmente detergenti neutri. Questi dovranno essere diluiti sulla base delle indicazioni fornite sulle confezioni degli stessi.
Avvertenze.
Non lasciare sulla superficie per lunghi periodi depositi di sostanze acide che potrebbero alterare le finiture lucide.
Evitare il contatto con inchiostri per stampanti o indelebili.
Evitare l’uso di prodotti contenenti sostanze abrasive o spugne abrasive.

Anta Fenix
Pulizia.
Per i prodotti in Fenix usare un panno morbido inumidito con acqua e detersivi non abrasivi; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo.
Per evitare la formazione di macchie persistenti si consiglia di pulire immediatamente i liquidi che vengono a contatto con l’anta.
Avvertenze.
Evitare l’uso di prodotti contenenti sostanze abrasive o spugne abrasive.
Altre sostanze da evitare sono i prodotti con forte contenuto acido o molto alcalini perchè potrebbero macchiare la superficie.
Evitare inoltre i prodotti lucidanti per mobili così come i prodotti a base di cere poichè andrebbero a creare sulla superficie uno strato appiccicoso.

Anta in acciaio
Pulizia.
Per i prodotti in acciaio usare un panno morbido; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo.
Per le macchie più ostinate aggiungere al panno del detersivo non abrasivo specifico per il legno e strofinare facendo attenzione a seguire la direzione delle venature in modo tale da pulire bene anche i pori più piccoli e asciugare poi con un panno così da evitare opacizzazioni e striature.
Per le macchie più ostinate aggiungere al panno inumidito con acqua del detersivo non abrasivo e strofinare facendo attenzione a seguire la direzione della satinatura.
Per macchie di calcare usare aceto bianco bollente o alcool denaturato. Risciacquare e asciugare con un panno morbido così da evitare opacizzazioni e striature.
Per evitare la formazione di macchie persistenti si consiglia di pulire immediatamente i liquidi che vengono a contatto con l’anta.
Avvertenze.
Evitare l’uso di pagliette metalliche, sostanze abrasive e detersivi in polvere onde evitare graffi e abrasioni della superficie.

2.2 Anta con Vetro

Pulizia.
Per la pulizia dei prodotti in vetro usare un panno morbido inumidito con acqua; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo.
Per le macchie più ostinate si consigli l’uso di un panno morbido con un prodotto specifico per la pulizia dei vetri o un semplice sapone neutro. Si consiglia di eliminare rapidamente acqua e liquidi che entrano a contatto con le ante così da evitare macchie o aloni.
Avvertenze.
Evitare l’uso di pagliette metalliche, sostanze abrasive, solventi e detersivi in polvere onde evitare graffi e abrasioni della superficie. Prestare particolare attenzione agli urti.

2.3 Anta Telaio

Anta telaio Alluminio
Pulizia.
Per la pulizia dei prodotti con telaio in alluminio usare una spugna sintetica inumidita con acqua e sapone o detersivo neutro. Risciacquare e asciugare con un panno morbido; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo.
Per le macchie più ostinate si consiglia l’uso di un panno morbido con aceto bianco bollente o alcool denaturato.
Si consiglia di eliminare rapidamente acqua e liquidi che entrano a contatto con le ante così da evitare macchie o aloni.
Avvertenze.
Evitare l’uso di pagliette metalliche, sostanze abrasive onde evitare graffi e abrasioni della superficie.
Altri prodotti da non utilizzare sono: acetone, ammoniaca e trielina.

Anta telaio Noce
Pulizia.
Per la pulizia dei prodotti con telaio in noce usare un panno morbido e detersivi non abrasivi; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo. Qualora lo sporco risulti estremamente resistente può essere utilizzato un panno sostituendo l’acqua con l’aggiunta di un po’ di detersivo non abrasivo, risciacquare quindi con il panno ben strizzato e asciugare molto bene tutte le superfici.
Per evitare la formazione di macchie persistenti si consiglia di pulire immediatamente i liquidi che vengono a contatto con l’anta.
Avvertenze.
Evitare l’uso di prodotti abrasivi o pagliette in acciaio, onde evitare graffi e abrasioni della superficie.
Altri prodotti da non utilizzare sono: acetone, alcool, ammoniaca, candeggina, diluente, smacchiatori o trielina.

Elementi a giorno decorativo (fianchi, cielo, fondo, ripiani e schiena)
Pulizia.
Per i prodotti in decorativo usare un panno morbido e detersivi non abrasivi; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo.
Avvertenze.
Evitare l’uso di prodotti abrasivi o pagliette in acciaio, onde evitare graffi e abrasioni della superficie.
Altri prodotti da non utilizzare sono: acetone, alcool, ammoniaca, candeggina, diluente, smacchiatori o trielina.

Elementi a giorno impiallacciati (fianchi, cielo, fondo, ripiani e schiena)
Pulizia.
Per i prodotti impiallacciati usare un panno morbido e detersivi non abrasivi; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo.
Per le macchie più ostinate aggiungere al panno del detersivo non abrasivo specifico per il legno e strofinare facendo attenzione a seguire la direzione delle venature in modo tale da pulire bene anche i pori più piccoli e asciugare poi con un panno così da evitare opacizzazioni e striature.
Per evitare la formazione di macchie persistenti si consiglia di pulire immediatamente i liquidi che vengono a contatto con l’anta.
Avvertenze.
Evitare l’uso di prodotti abrasivi o pagliette in acciaio, onde evitare graffi e abrasioni della superficie.
Altri prodotti da non utilizzare sono: acetone, alcool, ammoniaca, candeggina, diluente, smacchiatori o trielina.

Elementi a giorno laccati (fianchi, cielo, fondo, ripiani e schiena)
Pulizia.
Per i prodotti laccati usare un panno morbido e detersivi non abrasivi; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo.
Per le macchie più ostinate si consigli l’uso di un panno morbido con un prodotto specifico per la pulizia dei vetri o un semplice sapone neutro.
Si consiglia di eliminare rapidamente acqua e liquidi che entrano a contatto con le ante così da evitare macchie o aloni.
Avvertenze.
Evitare l’uso di creme abrasive o pagliette in acciaio, onde evitare graffi e abrasioni della superficie.
Altri prodotti da non utilizzare sono: aceto, acetone, ammoniaca, diluente, trielina e alcool etilico (quest’ultimo solo per le ante lucide e se diluito).

Pulizia.
Pulire le superfici in metallo con acqua e sapone oppure detersivo neutro, strofinandole con una spugna sintetica o con panno in microfibra e con un movimento che segua, quando presente, il verso della satinatura. Risciacquare e asciugare con un panno morbido.
Avvertenze.
Evitare di forzare o caricare eccessivamente il cassetto nella parte più esterna, in posizione aperta.
Evitare di chiudere o aprire violentemente il cassetto.

Piani e lavelli in Staron®
Pulizia.
Per la normale manutenzione del piano in Staron utilizzare un panno o una spugna morbidi ed acqua saponata o con del detergente neutro, quindi asciugare con un panno morbido o con salviette di carta per evitare la formazione di macchie.
In caso di macchie più resistenti è possibile pulire il piano con un prodotto a base di ammoniaca come un detergente per vetri per uso domestico o detergenti spray non abrasivi presenti in commercio.
Macchie.
Rimuovere eventuali macchie di caffè, tè, succhi di frutta o aceto, utilizzando un panno o una spugna morbidi e detergenti neutri. Pulire la superficie con acqua calda ripetutamente, quindi asciugarla.
Se si versano prodotti oleosi, rimuoverli con un panno morbido con un detergente a base di ammoniaca, pulire la superficie con acqua calda, quindi asciugarla.
Abrasioni.
Non fare cadere sul piano oggetti pesanti che potrebbero scalfire la superficie.
Evitare l’utilizzo di coltelli o utensili affilati direttamente sul piano, senza un tagliere.
I colori più scuri tendono ad evidenziare più rapidamente i segni di usura rispetto a quelli chiari.
Calore.
Gli oggetti caldi non devono essere mai appoggiati direttamente sul piano. Utilizzare un supporto resistente al calore.
Acqua e vapore.
Evitare di concentrare per lungo tempo getti di vapore sul piano. Inoltre, per impedire infiltrazioni in corrispondenza del lavabo, delle giunzioni dei piani, e tra i piani e il muro evitare di far stagnare l’acqua e rimuovere immediatamente eventuali eccessi d’acqua stagnanti.
Avvertenze.
Evitare di esporre Staron® a sostanze chimiche forti come decapanti, acetone, e prodotti di pulizia per il forno. Le superfici esposte a queste sostanze chimiche devono essere prontamente lavate con acqua; il contatto può causare macchie potrebbe richiedere riparazioni estese. Rimuovere lo smalto per unghie con un solvente per unghie senza acetone e sciacquare con acqua.
Evitare di salire con i piedi sul piano o di caricarlo eccessivamente.

Piani in Dekton®
Pulizia.
Per la pulizia dei piani in Dekton® utilizzare un panno morbido con semplice sapone neutro o un panno in microfibra inumidito, per poi risciacquare bene. Nel caso di piani con finiture lucide, è opportuno asciugare la superficie con una carta o un panno di cotone pulito. Se ci sono macchie più persistenti, usare spugna e detergente cremoso con particelle abrasive o un solvente, come l’acetone, asportando eventuali residui e successivamente utilizzando un detergente, avendo cura di seguire le modalità d’uso.
Macchie.
Per le macchie più ostinate, si raccomanda l’uso di prodotti specifici, come detergenti in crema con particelle abrasive o solventi (tipo acetone o solvente universale).
Abrasioni.
Non fare cadere sul piano oggetti pesanti che potrebbero scalfire la superficie.
Evitare l’utilizzo di pagliette metalliche o abrasive, così come l’uso di coltelli o utensili affilati direttamente sul piano, senza un tagliere.
I colori più scuri tendono ad evidenziare più rapidamente i segni di usura rispetto a quelli chiari.
Calore.
Evitare radiazioni dirette a temperature molto elevate come nel caso di caminetti, barbecue, ecc.
Evitare il contatto diretto con la fiamma.
Acqua e vapore.
Per impedire infiltrazioni in corrispondenza del lavabo, delle giunzioni dei piani, e tra i piani e il muro evitare di far stagnare l’acqua e rimuovere immediatamente eventuali eccessi d’acqua stagnanti.
Avvertenze.
Evitare di salire con i piedi sul piano o di caricarlo eccessivamente.

Piani in Acciaio
Pulizia.
Per la pulizia del piano in acciaio utilizzare una spugna di materiale sintetico inumidita con acqua e sapone o con un detersivo neutro; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo. Sfregare il piano seguendo il verso della satinatura e avendo cura di provvedere ad un buon risciacquo e ad una eventuale asciugatura con un panno morbido.
Macchie.
Per le macchie più ostinate si consiglia l’uso di un panno morbido con aceto bianco bollente o alcool denaturato. Risciacquare abbondantemente e asciugare con un panno morbido.
Evitare i prodotti che contengono cloro o suoi composti quali acido muriatico, candeggina, prodotti per la pulizia del marmo e decalcificanti, perché possono ossidare l’acciaio.
È altresì buona consuetudine conservare, all’interno dei mobili, confezioni di detersivi o di altri prodotti chimici opportunamente sigillate, onde evitare fenomeni di ossidazione nel tempo.
Evitare di appoggiare per lungo tempo sopra il piano oggetti ferrosi bagnati che potrebbero causare la formazione di macchie di ruggine.
Abrasioni.
La superficie in acciaio è soggetta a facili incisioni pertanto è consigliato evitare di trascinare oggetti direttamente sul piano senza l’ausilio di un tagliere o un sottopentola.
Calore.
Al fine di evitare distacchi della lamiera dal supporto sottostante o alonature della superficie non appoggiare per lungo tempo oggetti bollenti direttamente sul piano e avere cura di utilizzare un sottopentola o altro supporto resistente al calore.
Acqua e vapore.
L’acqua contiene sostanze che possono favorire la creazione di macchie di corrosione e/o di ossido.
Per impedire infiltrazioni in corrispondenza del lavabo, delle giunzioni dei piani, e tra i piani e il muro evitare di far stagnare l’acqua e rimuovere immediatamente eventuali eccessi d’acqua stagnanti.
Avvertenze.
Evitare l’uso di pagliette metalliche, sostanze abrasive onde evitare graffi e abrasioni della superficie.
Evitare di salire con i piedi sul piano o di caricarlo eccessivamente.

Piani in Granito
Pulizia.
Per la normale manutenzione di piani in granito usare acqua tiepida e detergenti neutri o comunque specifici per questo tipo di superfici.
Abrasioni.
Si consiglia particolare attenzione ad urti causati da oggetti pesanti fatti cadere direttamente sul piano, che potrebbero scalfire la superficie ed in particolar modo i bordi.
Macchie.
Evitare di lasciare sulla superficie prodotti per la pulizia, in particolar modo prodotti contenenti acido citrico in quanto potrebbe creare macchie e opacizzazioni. E’ molto importante eseguire periodicamente il trattamento impermeabilizzante del granito trattando il piano con gli appositi prodotti.
Calore.
Non appoggiare sui piani oggetti caldi che potrebbero arrecare danno: si consiglia l’uso di supporti resistenti al calore.
Acqua e vapore.
Evitare eccessi di acqua stagnante sul piano che se non rimosse possono provocare infiltrazioni in special modo in corrispondenza del lavabo, delle giunzioni dei piani, e tra i piani e il muro.
Avvertenze.
Non caricare eccessivamente il piano.

Piani e Lavelli in Marmo e composto marmo
Pulizia.
Per la normale manutenzione di piani in marmo usare acqua tiepida e detergenti neutri o comunque specifici per questo tipo di superfici. Effettuare la pulizia sempre a macchia fresca.
Abrasioni.
Si consiglia particolare attenzione ad urti causati da oggetti pesanti fatti cadere direttamente sul piano, che potrebbero scalfire la superficie ed in particolar modo i bordi.
Macchie.
Evitare di lasciare sulla superficie prodotti per la pulizia, in particolar modo prodotti contenenti acido citrico in quanto potrebbe creare macchie e opacizzazioni. È molto importante eseguire periodicamente il trattamento impermeabilizzante del marmo trattando il piano con gli appositi prodotti.
Calore.
Non appoggiare sui piani oggetti caldi che potrebbero arrecare danno e provocare opacizzazioni della superficie; si consiglia l’uso di supporti resistenti al calore.
Acqua e vapore.
Evitare eccessi di acqua stagnante sul piano che se non rimosse possono favorire la comparsa di macchie o aloni. L’acqua stagnante può provocare infiltrazioni in special modo in corrispondenza del lavabo, delle giunzioni dei piani, e tra i piani e il muro.
Avvertenze.
Non caricare eccessivamente il piano.

Piani in Laminato
Pulizia.
Per i piani in Laminato si consiglia un’accurata pulizia dopo ogni uso, asportando eventuali residui e successivamente utilizzando un detergente, avendo cura di seguire le modalità d’uso; spruzzare e lasciare agire da qualche istante a qualche minuto, in funzione dello sporco presente sul piano, quindi passare un panno in microfibra asciutto e pulito.
Abrasioni.
Evitare l’uso di oggetti accuminati direttamente sul piano che potrebbero provocare graffi e abrasioni.
Calore.
Non appoggiare sui piani oggetti caldi che potrebbero arrecare danno: si consiglia l’uso di supporti resistenti al calore.
Acqua e vapore.
Evitare eccessi di acqua stagnante sul piano che se non rimosse possono provocare infiltrazioni in special modo in corrispondenza del lavabo, delle giunzioni dei piani, e tra i piani e il muro.
Avvertenze.
Non caricare eccessivamente il piano.

Piani e lavelli in Light Quartz
Pulizia.
Per i piani in Light Quartz si consiglia un’accurata pulizia dopo ogni uso, asportando eventuali residui e successivamente utilizzando un detergente, avendo cura di seguire le modalità d’uso; spruzzare e lasciare agire da qualche istante a qualche minuto, in funzione dello sporco presente sul piano, quindi passare un panno in microfibra asciutto e pulito.
Abrasioni.
Evitare l’uso di oggetti accuminati direttamente sul piano che potrebbero provocare graffi e abrasioni.
Calore.
Non appoggiare sui piani oggetti caldi che potrebbero arrecare danno: si consiglia l’uso di supporti resistenti al calore.
Acqua e vapore.
Evitare eccessi di acqua stagnante sul piano che se non rimosse possono provocare infiltrazioni in special modo in corrispondenza del lavabo, delle giunzioni dei piani, e tra i piani e il muro.
Avvertenze.
Non caricare eccessivamente il piano.

Piani in Gres porcellanato – Laminam
Pulizia.
Per i piani in Gres si consiglia un’accurata pulizia dopo ogni uso, asportando eventuali residui e successivamente utilizzando un detergente, avendo cura di seguire le modalità d’uso; spruzzare e lasciare agire da qualche istante a qualche minuto, in funzione dello sporco presente sul piano, quindi passare un panno in microfibra asciutto e pulito.
Abrasioni.
Evitare l’uso di oggetti accuminati direttamente sul piano che potrebbero provocare graffi e abrasioni.
Calore.
Non appoggiare sui piani oggetti caldi che potrebbero arrecare danno: si consiglia l’uso di supporti resistenti al calore.
Acqua e vapore.
Evitare eccessi di acqua stagnante sul piano che se non rimosse possono provocare infiltrazioni in special modo in corrispondenza del lavabo, delle giunzioni dei piani, e tra i piani e il muro.
Avvertenze.
Non caricare eccessivamente il piano.

Piani in Fenix
Pulizia.
Per i piani in Fenix si consiglia un’accurata pulizia dopo ogni uso, asportando eventuali residui e successivamente utilizzando un detergente, avendo cura di seguire le modalità d’uso; spruzzare e lasciare agire da qualche istante a qualche minuto, in funzione dello sporco presente sul piano, quindi passare un panno in microfibra asciutto e pulito.
Abrasioni.
Evitare l’utilizzo di pagliette in acciaio o paste particolarmente abrasive che potrebbero alterare la finitura della superficie e dei bordi, e l’utilizzo di coltelli o utensili affilati direttamente sul piano, senza un tagliere.
Macchie.
Per evitare la formazione di macchie e decolorazioni del piano, è consigliato asciugare immediatamente qualsiasi deposito di liquido. Alcool, acetone, smalti, tinte per capelli possono provocare macchie non asportabili.
Calore.
Non appoggiare sui piani oggetti caldi che potrebbero arrecare danno: si consiglia l’uso di supporti resistenti al calore.
Acqua e vapore.
Evitare eccessi di acqua stagnante sul piano che se non rimosse possono provocare infiltrazioni in special modo in corrispondenza del lavabo, delle giunzioni dei piani, e tra i piani e il muro.
Avvertenze.
Non caricare eccessivamente il piano.

Piani impiallacciati
Pulizia.
Per i piani impiallacciati usare un panno morbido e detersivi non abrasivi; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo. Per una pulizia più approfondita, aggiungere al panno del detersivo non abrasivo e seguire la direzione delle venature in modo tale da pulire bene anche i pori più piccoli. Risciacquare quindi con il panno ben strizzato e asciugare molto bene tutte le superfici per evitare striature od opacizzazioni.
Evitare l’uso di detersivi che contengono cloro o suoi composti, come candeggina ed ammoniaca. Altri prodotti da non utilizzare sono acetone e trielina.
Abrasioni.
Evitare l’uso di pagliette metalliche, sostanze abrasive e detersivi in polvere, così come è sconsigliato trascinare oggetti sul piano che potrebbero provocare graffi e abrasioni.
Macchie.
Per evitare la formazione di macchie e decolorazioni del piano, è consigliato asciugare immediatamente qualsiasi deposito di liquido.
Alcuni prodotti, quali: candeggianti, forti prodotti chimici o prodotti per sanitari possono provocare decolorazioni se non immediatamente rimossi. Alcool, acetone, smalti, tinte per capelli possono provocare macchie non asportabili.
Calore.
Non appoggiare sui piani oggetti caldi che potrebbero arrecare danno: si consiglia l’uso di supporti resistenti al calore.
Acqua e vapore.
Il piano impiallacciato, in quanto legno, è particolarmente sensibile all’acqua che può insinuarsi tra le lamelle. Evitare eccessi di acqua stagnante sul piano.
Avvertenze.
Non caricare eccessivamente il piano.
Per ritardare il processo di variazioni di colore che il legno può subire nel corso del tempo si consiglia di ridurre l’esposizione del piano a raggi diretti del sole.

Piani laccati
Pulizia.
Per i piani laccati usare un panno morbido e detersivi non abrasivi; ugualmente un panno in microfibra può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo. Qualora lo sporco risulti estremamente resistente, solo per i laccati lucidi, può essere utilizzato l’alcool etilico molto diluito.
Per evitare la formazione di macchie persistenti si consiglia di pulire immediatamente i liquidi che vengono a contatto con il piano.
Avvertenze.
Evitare l’uso di creme abrasive o pagliette in acciaio, onde evitare graffi e abrasioni della superficie.
Altri prodotti da non utilizzare sono: aceto, acetone, ammoniaca, trielina e alcool etilico (quest’ultimo solo per le ante lucide e se molto diluito).

Zoccoli
Pulizia.
Le superfici in alluminio vanno pulite con acqua e sapone oppure detersivo neutro, strofinandole con una spugna sintetica o con panno in microfibra; è necessario che il movimento segua, quando presente, il verso della satinatura. Successivamente, si dovrà risciacquare e asciugare con un panno morbido.
Avvertenze.
Evitare l’uso di creme abrasive o pagliette in acciaio, onde evitare graffi e abrasioni della superficie.
Altri prodotti da non utilizzare sono: aceto, acetone, ammoniaca e trielina.

Cerniere
Pulizia.
Le cerniere dei mobili lavello vanno pulite con un panno asciutto per poi detergere possibilmente con olio di vaselina.
Avvertenze.
Eccezion fatta per alcune aperture particolari, le cerniere possiedono un sistema di chiusura ammortizzata per evitare l’impatto dei frontali sulla struttura; i relativi elementi non necessitano di specifiche manutenzioni ma è consigliabile non forzare la chiusura del frontale e lasciare che sia la cerniera stessa ad accostarsi alla struttura. Inoltre, la funzione di ammortizzazione può essere più o meno efficace in relazione alla temperatura dell’ambiente in cui è collocato; temperature basse comportano un tempo di chiusura maggiore (con conseguente aumento della capacità di ammortizzazione); per contro, a temperature elevate corrisponde una maggior rapidità di chiusura.
È altresì buona consuetudine conservare, all’interno dei mobili, confezioni di detersivi o di altri prodotti chimici opportunamente sigillate, onde evitare fenomeni di ossidazione nel tempo.
Evitare di aprire o chiudere in maniera violenta le ante.

Maniglie
Pulizia.
Ai fini di una corretta manutenzione delle maniglie, si consiglia di utilizzare un panno morbido e un prodotto detergente specifico; ugualmente un panno in microfibra inumidito può risultare efficace in situazioni di sporco non eccessivo. Qualora lo sporco risulti estremamente resistente, può essere necessario l’impiego di spazzole morbide e/o spugne, con detersivi liquidi o detergenti neutri. Le tracce dei prodotti utilizzati vanno a loro volta rimosse con un panno asciutto che impedisca la formazione di striature od opacizzazioni.